Cerchi in lega

I cerchi in lega sono una valida alternativa a quelli in ferro sia per chi cerca un miglioramento estetico nella propria auto, sia per chi desidera un aumento delle prestazioni.

I cerchi in lega metallica, a parità di misura, sono più leggeri di quelli in ferro e hanno una maggiore resistenza agli stress meccanici a cui l’automobile è sottoposta.
In particolare, garantiscono sterzate più precise e riduzione dei tempi di arresto. Il loro peso contenuto, inoltre, favorisce il rotolamento dello pneumatico riducendo i consumi di carburante.

Il disegno in lega, esteticamente più accattivante rispetto alla borchia in ferro, non solo conferisce un aspetto sofisticato alla vettura, ma permette anche un raffreddamento migliore dell’impianto frenante e conferisce aerodinamicità al mezzo grazie alle ampie aperture sulla faccia frontale.

Cerchi in lega – come sono fatti?

I cerchi in lega sono composti da vari materiali. I più comuni per uso stradale sono la lega di alluminio per le autovetture e la lega di magnesio per i cerchi motociclistici.

Oltre a questa iniziale differenza, poi, i cerchioni possono presentare diverse forme, quali:

  1. A raggi: in cui l’anello esterno è collegato al mozzo tramite “raggi”, ossia segmenti di metallo che variano per numero, spessore e incroci.
  2. A razze o stampati: ovvero costituiti da un elemento unico di metallo o scomponibile in due parti (le razze con il mozzo e il cerchione esterno).

Quando si parla di mozzo, si intende la parte centrale di una ruota dotata di cuscinetti, ossia di elementi consentono il moto rotatorio della parte meccanica a cui fanno da perno. Nel caso di ruote a raggi, poi, ogni mozzo è provvisto di appositi ganci per permettere la giunzione con i raggi.

Le caratteristiche dei cerchi in lega che definiscono quali pneumatici possono essere montati sono: il raggio e il canale.

Su quest’ultimo, in particolare, è utile sapere che dalla larghezza del canale (espressa in pollici) dipende la grandezza della gomma che si può applicare alla vettura, perché è la sede in cui lo pneumatico viene alloggiato.
Dalla profondità (o pozzo) del canale, invece, dipendono le operazioni di montaggio. L’aumento della profondità, infatti, è direttamente proporzionale alla quantità di aria presente tra lo pneumatico e il cerchio.

Un altro elemento da tenere in considerazione quando si parla di cerchi in lega è il cosiddetto Hump, ossia la bombatura interna al canale progettata appositamente per evitare che la gomma collassi all’interno del canale stesso.

Cerchi in lega: pro e contro

Spesso ci si trova di fronte alla difficoltà nello scegliere se far montare sulla propria vettura cerchi in ferro o in lega, per questo di seguito troverai un elenco completo di tutti i pro e contro dei cerchi in lega:

  • Sono più leggeri dei cerchi in ferro, cosa che incide positivamente sul raggio di sterzata e, in minima parte, sui consumi di carburante.
  • Favoriscono la ventilazione dei freni a disco.
  • Sono più delicati di quelli in ferro: hanno una minore resistenza alle basse temperature e, soprattutto nel caso di danni provocati da buche e avvallamenti, le riparazioni sono difficoltose.
  • Hanno un prezzo maggiore rispetto a quelli in ferro.

Cerchi in lega – quali posso montare?

La dimensione dei cerchi in lega applicabili su ogni vettura è indicata sul libretto di circolazione. Se non si osserva questa indicazione si va incontro a sanzioni come previsto dalla legge.
Tuttavia, se si vuole montare cerchi in lega di misura diversa da quanto previsto è possibile aggiornare il proprio libretto di circolazione presentando opportuna documentazione alla motorizzazione civile.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi